Cosa assaggiare a Ferrara

La tradizione della cucina popolare contadina, con i suoi gusti semplici e naturali, si fonde con le memorie degli elaborati cibi della corte ducale, per dare origine alla cucina ferrarese e ai suoi sapori particolari. Il più famoso fra i cibi di Ferrara è certamente il pane, chiamato coppia (in dialetto “ciopa”), inconfondibile per la forma contorta ed elaborata che gli fu probabilmente data da Cristoforo da Messisbugo, cuoco di Alfonso I ed Ercole II d’ Este.

Fra i secondi trionfa la salama da sugo, regina delle tavole festive: una mescolanza inusuale di carni di maiale, insaporite da vino e spezie e lasciate ad essiccare per mesi nel loro involucro rotondeggiante.

Si mangia accompagnata da una purea di patate che ben si sposa con il suo sapore molto forte.
Pampapat”, questo il nome in dialetto del più tradizionale dolce della terra ferrarese la cui ricetta originale è attribuita alle monache di un convento di clausura della nostra città, e conta almeno quattrocento anni.

Accanto alle lasagne, che la tradizione ferrarese ispira ai biondi capelli di Lucrezia Borgia, e ai cappelletti (variante locale dei tortellini), sono popolarissimi i cappellacci ripieni di zucca e parmigiano e i passatelli saporiti vermicelli in brodo di gallina.

Coppia-ferrarese

La coppia Ferrarese

“Il pane ferrarese è un capolavoro di eleganza, di ingegnosità e di sapore che allieta l’occhio e persuade il gusto” . Questo era ciò che scriveva sul Corriere della sera, il 9 novembre del 1958, Riccardo Bacchelli, con la sua  autorità di storico e letterato, onorandolo come il migliore del mondo. Molti sono i padri […]

cappelletti-ferraresi

Cappelletti ferraresi

La loro forma caratteristica si fregia di discendenze mitologiche, perché si dice che rappresentino l’ombelico di Venere, la dea della bellezza; racchiuso da delicata sfoglia, il battutto di carne e formaggio grana è lo squisito ripieno. Piatto natalizio per eccellenza i caplit, si distinguono dai più comuni tortellini sia per forma, che per sostanza. La […]

Cappellacci

Cappellacci di zucca

I cappellacci di zucca sono il piatto diventato simbolo della cucina ferrarese. Una dichiarazione d’amore per uno dei prodotti importanti di questa terra: la zucca, prodotto che secondo i storici ricettari  ferraresi è impiegata anche come accompagnamento a piatti di carne e non solo come ripieno o come  contorno. La prima testimonianza scritta relativa alla […]

pasticcio-ferrarese

Pasticcio Ferrarese

Antico piatto ferrarese che risale al ‘500, la sua forma può essere paragonata al cappello di un prete e veniva consumato principalmente durante il carnevale. e durante le feste, è un piatto pieno di ingredienti lussuosi e molto elaborato, composto da un sublime contrasto tra dolce e salato. In particolare modo si preparava per il […]

salamina-da-sugo

La salama da sugo

La Salama da Sugo di Ferrara è uno dei piatti tradizionali della cucina Ferrarese per eccellenza,  una tradizione che risale al Rinascimento all’epoca degli Estensi; Ferrara vanta ancora oggi la SALAMA DA SUGO come la sua più famosa specialità. La salama da sugo viene preparata utilizzando diversi tagli di carne di suino macinati ed insaccati […]

pampapato

Pampepato o pampapato di Ferrara

Il Pampepato di Ferrara è un dolce che ha un passato molto particolare, condito con un pizzico di grande storia e profumate spezie e dove il pepe non c’entra nulla. Nel ‘600 le monache del Monastero del Corpus Domini di Ferrara, traendo ispirazione da un’antica ricetta del grande cuoco rinascimentale Cristoforo da Messisbugo, creano un […]

Translate »